top of page

Primavera è tempo di cambiare

Come fare decluttering ecosostenibile


Con l'arrivo della bella stagione cresce la voglia di nuovi colori, tessuti leggeri e nuovi outfit.


Arriva il momento del cambio armadio. Può essere vissuto come un piccolo trasloco per molti di noi, ma con un pò di strategia possiamo trasformare questo momento in un occasione per fare ordine, pulizia ma soprattutto un momento creativo in cui strategicamente potremo optare a dare una seconda vita ai nostri indumenti senza necessariamente ricorrere ad acquisti superflui incrementando il mercato del fashion food.


Seguendo i principi del delcuttering, o space clearing, vediamo tre passi indispensabili per riorganizzare il nostro guardaroba. e sentirci più leggeri.


Punto primo svuota e rinfresca il tuo armadio. Prepariamo una destinazione provvisoria ai nostri vestiti (sedie, letto, comò) e svuotiamo completamente tutti i comparti dell'armadio. Armiamoci di un buon detergente per le superfici e iniziamo a pulire a fondo i ripiani e le ante.


O in alternativa potremmo usare un tappo di ammorbidente diluito in acqua e un cucchiaio di bicarbonato, immergetevi un panno e procedere a passare su tutte le superfici. Per avere la continua sensazione di profumo potremo munirci di sacchetti profumati da disporre nell'armadio e nei cassetti una volta finita l'operazione di pulizia.



Passiamo poi alla parte più difficile: scegliere cosa lasciare, cosa sostituire e cosa riutilizzare.

Dobbiamo passare ad un controllo accurato dei capi valutandone l'usura, se ancora ci sta bene, se è stato indossato. Superfluo sarebbe rimettere in armadio indumenti di cui siamo sicuri non indosseremo più.

Senza dubbio dovremo tenere conto della qualità dei capi e in che modo riutilizzare o riciclare i capi.

Naturalmente una maglia ormai slargata, e usurata non verrà riposta in armadio ma potremmo optare a darle una seconda vita. Potremmo utilizzarla come panno per pulire o spolverare, o mettere in moto la nostra creatività e fare piccoli lavoretti di cucito dove tirare fuori oggetti come fiocchetti decorativi per la cameretta dei ragazzi, piccole coperte per animali domestici e molto altro. Importante che l'ultima decisione da prendere sia quella di far finire la vita del nostro capo tra i rifiuti, se non verrà riciclato in maniera corretta passeranno anni perche esso si biodegradi.



Altra storia per i capi che non ci vanno più o che non vogliamo più tenere perchè non li indossiamo. Diamo una seconda vita a questi capi, regaliamoli, passiamoli a chi potrebbe riutilizzarli evitando di comprare altri abiti, portiamoli in centri in cui verranno donati per beneficenza alle persone bisognose o rivendiamoli.

Il cassonetto non è la soluzione per capi che ancora possono avere altri mesi o anni di vita.



In fine quando avremo scelto gli abiti da riporre nel nostro armadio pulito e profumato iniziamo a fare ordine, creiamo delle sezioni che permettano di semplificare la scelta del capo, ad esempio prendendo dei separatori organizzare tutte le t-shirt estive, oppure i capi casual da quelli più eleganti.

Ultima cosa: prima di riporre i capi invernali già lavati e ben asciutti, ricordiamoci di aggiungere dei foglietti aromatizzati antitarme.


Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page